Francesco Tuscano: “La poesia è l’anima della vita”

Con l’opera di Francesco Tuscano siamo di fronte a un poeta di oggi, che vive nel suo tempo, ma non ha paura di rifarsi al passato per nutrire i suoi versi. Tuscano, infatti, è poeta mosso da inquietudini radicali che riesce a controllare per la innata capacità caratteriale di stemperare certi attriti. Certe dolorose contraddizioni, grazie alla tenerezza creaturale del suo linguaggio terso e genuino, si stemperano in immagini estatiche, talora evanescenti come in una sospensione elegiaca.

Nei suoi versi si sente un respiro misterioso, un ritmo indolente, un senso di attesa e una armonica visionarietà che prelude a immagini di rara efficacia, che restano scolpite nella mente di chi le legge. Non ha paura di giocare con le parole, plasmarle, deformarle anche, né pescare da composizioni di altri poeti. E il nostro orecchio ritrova, non come calchi fasulli ma come essenze preziose, echi di Pascoli (“fanciulletto”, “pargola”), di Leopardi (“Luna, luna misteriosa/dimmi perché sei così curiosa…”), di Saba (“burlato fu il portiere”), di Di Giacomo (“u cardillo”), ricondotti alla più limitata realtà del suo mondo.

Tra i numerosi temi che il Poeta affronta quello che ha maggiore spessore anche dal punto di vista filosofico è il rapporto tra tempo e ricordo. “Tiranno tempo”; “Il mio intelletto/assetato s’avvicina/alla fonte dei tempi/ormai lontani”; “L’implacabile tempo/tende a cancellare ogni cosa”; “Posato nello scanno dell’esistenza/vedo scorrere il fiume della vita”.

Lo scorrere del tempo, il fluire delle cose, delle persone amate (la sua donna, la madre, il padre) produce, per antitesi una nostalgia del passato che diventa anche memoria struggente senza diventare però doloroso rimpianto. Il tempo è visto in chiave negativa, come processo di distruzione, ma anche di rinascita, di progresso (pensiamo alle poesie sull’aereo “Aquila d’acciaio” o sulla locomotiva:“Fate largo, passa il progresso!”). In ogni caso, al tempo che se ne va il Poeta sa rispondere con la forza dei ricordi e dei sentimenti.

C’è poi un altro aspetto che occorre sottolineare in Tuscano. La sua religiosità, il sentimento del divino, che in lui diventa in certi momenti aspirazione panteistica, senso animistico della vita. Dio si frantuma e in alcune circostanze emergono divinità pagane a descrivere una natura carica di simbolismi vitalistici. Ma c’è anche il tenero ripiegamento su lontani ricordi infantili: “Vorrebbe tanto fare il buon Gesù/gridando: Alzati e cammina pure tu!”

Non mancano accenni alla sua professione di bancario. Bellissimo il verso della poesia “Piccolo Cuore”: “Cuore, i tuoi malesseri fanno male al portatore”. E le riflessioni argute sulla poesia e sulla critica, non presenti in questa silloge: “Vai poesiola vai… la critica ti ubriaca di veleno spietato”. O un’esclamazione in cui si cela tutta la sua modestia: “Potessi anch’io cantare non da pica!”

Il suo spirito caustico, sempre peraltro molto controllato, si anima contro i difetti dell’umanità: l’invidia, l’egoismo, la cattiveria e tocca anche temi politici con verve acuminata ma sostanzialmente bonaria, come nelle poesie “Fra Silvio”, “Don Matteo”. Né dimentica, nei suoi ricordi, artisti scomparsi che gli sono cari come Jannacci, Battisti, Dalla, ecc.

Non minore è l’attenzione alla terra in cui vive, con le poesie dedicate a Soragna. Pronto, peraltro, ad abbandonare la lingua italiana per tornare al dialetto calabrese quando viene colto dalla forte nostalgia del paese d’origine (Bova Marina). Insomma, un poeta autenticamente sincero e capace di notevoli risorse espressive.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.