Sandro Veronesi: il sesso del padre

Sandro Veronesi si è aggiudicato il Premio Strega con il romanzo “Il colibrì”. Qualcuno ha criticato le scelte dei romanzi finalisti che descrivono “una società oppressiva e si preme sul pedale del dolore per potere alla fine arrivare a una dimensione salvifica, a una palingenesi, a una rigenerazione possibile” (Gianluigi Simonetti su “Il Sole 24 Ore”, 5 luglio).

Libri che – continua il critico – “servono, prima ancora che a intrattenere, a identificarsi e identificare e a proteggere (da tutto ciò che ancora non sappiamo); di certo non hanno più molto a che fare con i vecchi compiti di piacere e scoperta che assegnavamo una volta alla grande letteratura”.

In questa società, che non ci offre molto in termini di aspirazioni ideali, crediamo che la letteratura al momento non possa fare niente di più.

In certi casi può essere più efficace per capire l’essenza di un autore una sua poesia. Per questo, riporto il brano di una poesia di Sandro Veronesi, apparsa su “La lettura” del 28 giugno, che coglie con una certa, inaspettata ingenuità il pudore della nudità dei padri nei confronti dei figli. Nudità che non è solo fisica né riserbo, pudicizia, ma incapacità di mettersi a nudo. Di passaggio, ricordiamo che il termine “ingenuità”, etimologicamente deriva da “in” dentro e “gignere” nascere. La condizione di una persona che nasce libera in quanto il padre se la tiene sulle sue ginocchia (genua). Eccovi il testo:

…il sesso ciondolante dal quale provenivo
quello gliel’ho visto tante volte
mentre i miei figli il mio non l’hanno mai visto,
ora che ci penso,
nessuno di loro, ne sono certo,
perché io ho sempre nascosto quello
e di quello mi vergogno
e avranno comunque tutto il tempo di vederlo
quando sarò malato e mi assisteranno,
cateteri, padelle, pappagalli,
e non ci sarà più verso di occultarlo
ma finché ci sarà verso,
finché sarò in grado di farlo,
io glielo nasconderò…

Un pensiero su “Sandro Veronesi: il sesso del padre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.