Critica d’Arte: esce il terzo numero della nuova serie

Critica d’Arte è la celebre rivista fondata da Carlo Ludovico Ragghianti e Ranuccio Bianchi Bandinelli nel 1935. Dopo una lunga sospensione delle pubblicazioni, l’anno scorso ha ripreso ad uscire regolarmente in coedizione con Le Lettere.

E’ un numero di 168 pagine, come al solito ricco di saggi su temi specialistici che affrontano argomenti della Storia dell’arte, dell’architettura, delle arti decorative, della grafica, della letteratura.

Perché una rivista come Critica d’Arte è importante?

Francesco Gurrieri, il Direttore, risponde sottolineando una preoccupazione che coglie tutti coloro che credono nella cultura e cioè che “la pericolosa crescita del tasso di ignoranza e di analfabetizzazione… rischi davvero di diventare elemento additivo al processo innescato dai nuovi media, con la loro spersonalizzazione e appiattimento dell’informazione”. Fa bene, quindi, Gurrieri a ricordare il motto di Victor Hugo: “La libertà comincia dove finisce l’ignoranza”.

Anche il compito del “guastatore letterario”, cioè di chi affronta con spirito critico e libero la produzione culturale, sembra per Gurrieri sempre più limitato a svolgere “un esercizio critico asservito alle case editrici e alle iniziative museali, spesso promotrici di manifestazioni ‘personali’”.

Tra i saggi presenti in questo numero di Critica d’Arte, curioso e approfondito quello che riguarda la tipologia e lo stile dei “reliquiari a borsa”, cioè dei contenitori portatili, molto preziosi, che conservavano le reliquie di qualche santo. Tra i numerosi pezzi, da segnalare uno dei più preziosi, decorato di gemme rare e oro fino, che contiene il dente di san Giovanni Battista, che si trova nel Tesoro del Duomo di Monza.

Altri articoli riguardano le committenze di Santo Brasca nella chiesa di Sant’Eufemia a Milano e l’Abside del Gesù di Casa Professa a Palermo. Un saggio riguarda la trasformazione di Palazzo Cavalli di Padova da residenza nobiliare a Museo Universitario.

Interessante l’articolo che presenta i risultati di una ricerca condotta sul tema iconografico delle fonti riguardanti le opere del 1911-13 “Simultaneità” e “Ritmi d’oggetti”, due dei più famosi lavori futuristi di Carlo Carrà.

Carlo Carrà, Simultaneità: Donna al balcone

Da non perdere anche altri articoli su temi come la “microperformativity”, Botticelli a Pisa, l’estetica sensista e le Rubriche, specie la Biblioteca, che tra i libri usciti ne segnala uno particolarmente intrigante: “Entràculo. La burla di Leonardo” di Piergiuseppe Anselmi, Torri del Vento, Palermo 2019.

Questa operetta è stata scritta proprio da Leonardo Da Vinci?

Non ne siamo sicuri. Il lavoro sembra parlare di opere d’arte, ma racconta della madre di Leonardo, del Verrocchio, degli odiati letterati, della repulsione per i classici, dell’omosessualità, dei vari significati delle parole, con frasi spesso burlesche, blasfeme e oscene.

L’ultimo articolo, quello di Antonino Caleca, ci riporta alla triste realtà dei nostri giorni. Il suo messaggio accorato ci sentiamo di riportare perché speriamo davvero che non cada nel vuoto: “In questi giorni si sente dovunque ripetere che questa dei fondi post-quarantena è un’occasione da non perdere: non vorremmo che una colpevole distrazione escludesse dai benefici effetti di tale iniezione di risorse un campo come quello dei beni culturali, tanto essenziale per il nostro Paese da costituire non solo uno dei suoi maggiori caratteri e vanti, ma anche una delle sue fondamentali risorse economiche, danneggiata ben più di altre dall’epidemia che ci ha colpito”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.